Humanitas è un concetto classico che non ha nulla a che vedere col concetto di umano dell’era cristiano moderna. Essere una persona “umana” non significa essere buoni con gli altri, dare i soldi a chi fa l’elemosina. L’uomo vero è solamente colui che trascende la materia, è colui che segue un codice basato sulla giustizia a cui si terrà fedele nonostante le circostanze. L’uomo vero, è colui che sceglie la via più difficile e giusta, non quella più semplice e comoda. L’uomo vero è quello pronto a morire per una causa in cui crede, pronto a soffrire come un cane bastardo per fare il massimo possibile per fare l’atto giusto, questo è un uomo. 

L’uomo vero non molla finchè o cade a terra in fin di vita o ha raggiunto il suo obbiettivo. L’uomo vero trascende la comodità, l’utilità, la facilità accettando di fare qualcosa solamente se per lui è giusta e rispetta la sua dignità.

I fondamenti dell’ essere uomo sono: onore e dignità. Dal momento che non hai una di queste due sei un animale parlante, non sei un uomo ( o donna). 

Tradisci tua moglie o la tua ragazza? Non sei un uomo. Il tuo uccello ha avuto la meglio di te, sei un vile animale senza il coraggio di dire alla tua compagna che non la ami più e senza nemmeno la capacità di controllare i tuoi impulsi sessuali. Non hai dignità, sei un animale con le sembianze da uomo, non un uomo. 

Svenderesti tua madre per un torna conto economico? Ti umilieresti per un torna conto economico? La dignità? Sei una bestia. 

Lasceresti un tuo amico in difficoltà fuggendo in un combattimento? Non hai onore, sei un codardo, meriti di essere schiavo fino alla fine dei tuoi giorni. 

Un celebre spartano, catturato e ridotto in schiavitù dopo una sconfitta di guerra, rifiutandosi di obbedire a un ordine ritenuto indegno per uno spartano dal suo nuovo padrone gli disse: “ Meglio perder la vita che la dignità” e si buttò dal tetto. Questo, e solo questo, può definirsi un uomo amici miei, tutto il resto è fuffa. 

Pare ovvio che oggi giorno di uomini e donne che rientrano in questi canoni ce ne siano molto pochi. Oramai l’azione degli “uomini” è basata su termini di utilità, piacere e comodità, non giustizia e forza. 

Il mio scopo di vita maggiore è proprio quello di poter dimostrare a me stesso di essere realmente un uomo, aspettando impazientemente occasioni che mi permettano di mettermi realmente alla prova, perchè a parole sono bravi tutti, è l’azione che filtra il vero uomo dal chiaccherone. 

Io con questo mio progetto sto cercando sostanzialmente altre anime che hanno a cuore il perseguire questa mia stessa strada. Anime che ne hanno abbastanza di un sistema quasi fatto appositamente per distruggerci onore e dignità. Noi ragazzi, cresciuti in una gabbia femminea, dobbiamo prendere di nostra iniziativa la scelta di diventare uomini.  O si diventa uomini, o si rimane animale parlanti, vie di mezzo non ve ne sono.