Vi è questo nuovo trend, nel mondo dei social media per gran parte (campanello d’allarme), che promuove l’esposizione al freddo estremo anche per lunghi periodi come estremamente salutare e benefica.

Il movimento ha come leader lo stesso vegano Wim Hof, noto anche come l’uomo ghiaccio. Niente da togliere alle impressionanti imprese di questo personaggio che può nuotare sotto un lago ghiacciato senza difficoltà, quello che fa è davvero straordinario e unico e posso solo sostenere tali dimostrazioni di forza mentale e fisica, ma dire che congelarsi le chiappe è salutare? Suvvia. L’esposizione al freddo, come per esempio un bagno di ghiaccio, potrebbe farti inizialmente sentire bene, ma questo è solo a causa della folle produzione di ormoni dello stress, come l’adrenalina, e della risposta naturale di lotta o fuga all’input esterno che stai dando all’organismo. È come fare bunjee jumping, bellino e tutto il resto ma non lo faresti tutti i giorni, sai che è una cosa da fare solamente ogni tanto.

Le persone tuttavia sono programmate per non fidarsi del loro istinto, che dice loro cosa diavolo stai facendo, ma invece di fidarsi dell’autorità e dei guru.

Perché l’esposizione al ghiaccio è popolare solo su Facebook e YouTube? Perchè gli anziani sono troppo intelligenti per cadere nella trappola, sanno per istinto che non è una pratica salutare.

Gli scandinavi sapevano che l’esposizione al freddo era sicura solo se effettuata per periodi di tempo molto brevi (meno di 1 minuto) e che superare questo limite avrebbe iniziato a creare seri danni e stress, ed essi se non forzati, non sarebbero mai rimasti in acqua gelata per 20 minuti o più come fanno alcuni Hoffer. NIENTE che induce il corpo a produrre ormoni dello stress fa bene all’organismo, il corpo infatti attiva quel sistema solo in situazioni pericolose e continuando a innescare questo meccanismo giornalmente si esauriranno le ghiandole surrenali e il sistema nervoso centrale, sviluppando affaticamento cronico e persino problemi nevrotici mentali.

La regolare esposizione al freddo ha il terribile effetto collaterale di bruciare anche i tuoi depositi di grasso profondo come quello del midollo osseo, per produrre il calore extra necessario per sopravvivere alle ripetute torture gelate. Ciò DISTRUGGE il sistema immunitario, abbassa il testosterone e rende la vita dura a molti organi: il cuore è danneggiato e sforzato, il fegato perde molti nutrienti (la vitamina A principalmente), i preziosi depositi di grasso vengono bruciati, i reni sono sovraccarichi di lavoro e soprattutto gli oli vegetali nel sistema linfatico diventano ancora più solidi bloccandolo ancora di più. Noi moderni abbiamo bisogno di bagni CALDI, non freddi, per aiutare i nostri sistemi linfatici già semi-intasati a funzionare correttamente. Il congelamento rallenterà ancora di più (se non lo ferma completamente) la capacità del corpo di scaricare le tossine, riducendo notevolmente le capacità di disintossicarci.

Capisci, caro lettore, perché stanno spingendo questa tortura per la maggior parte su giovani in forze? Perché Wim Hof a soli 50 anni sembra un nonno?

Abbandonate i bagni freddi e passate ai bagni linfatici caldi di Aajonus se volete davvero fare qualcosa di sano.

Lo so, potresti avere una domanda ormai: non hai detto in passato che i nativi americani facevano il bagno nei laghi di ghiaccio? Bene, questo è vero ma ci sono diversi motivi per cui loro potevano mentre noi possiamo, eccoli qui:

  1. Erano molto più forti, più sani e ben nutriti, quindi lo stress provocato sull’organismo era molto minore e il loro corpo aveva molte risorse per gestirlo;
  2. Sostituivano facilmente il grasso perso con la loro dieta ricca di grassi crudi;
  3. Probabilmente lo facevano occasionalmente, non regolarmente e solo in inverno poiché non avevano cubetti di ghiaccio nei congelatori;
  4. Il loro sistema linfatico non era stato ostruito da oli vegetali, vaccini, pesticidi o altra spazzatura tossica. Funzionava perfettamente e aveva tutta la nutrizione necessaria per funzionare in modo più che efficiente;
  5. Facevano delle saune che potevano facilmente controbilanciare gli effetti dell’esposizione al freddo;
  6. Lo facevano per istinto, non avevano bisogno di nessun guru di Facebook per dire loro quanto rimanere in acqua. Quando i loro corpi ne avevano abbastanza uscivano dall’acqua.

Come potete vedere, questo è uno scenario piuttosto diverso da quello delle persone moderne, che semplicemente non possono permettersi l’esposizione al freddo a causa di un corpo già troppo intasato e malnutrito.

So che l’esposizione al freddo può essere divertente e una sfida che fa sentire viva la tua anima in un mondo privo di emozioni, ma se hai bisogno di congelarti le chiappe per tirare avanti probabilmente dovresti rivalutare ciò che stai facendo con la tua vita, poichè ci sono molti altri modi per sentirsi vivi senza fare a pezzi il tuo corpo.

Come in ogni tendenza popolare, consiglio sempre di essere cauti e di controllare la sezione debunk del nostro sito Web per vedere cosa stia realmente accadendo. NIENTE è casuale e quando qualcosa diventa grande su qualsiasi mass media è perché il sistema vuole che lo sia; non troverete mai una pubblicità per la carne cruda su Facebook.

Il modo migliore e più naturale per non avere freddo è di seguire una dieta a base di carne cruda ricca di grassi saturi rimanendo in chetosi, inoltre consiglio di dormire nudi senza riscaldamento ma con addosso molte coperte pesanti e con la finestra aperta. Sarete sorpresi di quanto più facilmente e naturalmente resisterete al freddo con queste due pratiche rispetto che con queste torture modaiole.

Augurando a tutti un buon bagno caldo,
Prodacle Armato